Ricomincia la scuola
con l'inglese!

 
Lezioni di inglese online
con insegnanti madrelingua

 
Chiedi una lezione di prova GRATUITA*
Buzzy English: Soglia di attenzione del bambino e prospettiva didattica
Pubblicato il in Smart schooling, insegnare l'inglese ai bambini
A cura di

Soglia di attenzione del bambino e prospettiva didattica

In inglese si chiama attention span e indica la così detta soglia di attenzione del bambino, il limite oltre il quale il bambino si distrae e l'apprendimento diminuisce di efficacia.

Soglia di attenzione ottimale di 25 minuti

Gli studi confermano che, anche considerando le differenze individuali, 25 minuti è il limite entro il quale il bambino riesce a mantenere attenzione utile nei confronti di una attività.

Cosa accade se andiamo oltre la soglia dei 25 minuti?

Il bambino si stanca, cerca di rimanere attento ma con uno sforzo che supera i benefici ottenibili. Non solo. Se il bambino si stanca, si demotiva.

La durata della lezione Buzzy English

La lezione Buzzy English lavora propria in questa finestra temporale, 25 minuti, rendendo i contenuti intensi, divertenti e interattivi. Essendo un insegnamento individuale one to one e guidato attraverso schede di attività, i 25 minuti sono ricchi e produttivi. Il bambino aspetta con entusiasmo la prossima lezione e la affronta volentieri senza fare storie. Perché si diverte senza stancarsi e apprende senza quasi accorgersene, impara in modo spontaneo.

Davvero così facile? Davvero!

Soglia di attenzione dell'adulto

E noi adulti? In realtà anche noi adulti non abbiamo una soglia di attenzione molto superiore. Sì, è vero, ci sforziamo di mantenere l'attenzione attiva il più a lungo possibile e certamente ci riusciamo meglio del bambino, ma è più un esercizio di volontà che non una maggiore elasticità. Facciamo una grande fatica anche noi non più bambini e con una efficacia inversamente proporzionale al tempo.

Questa considerazione vale certamente anche per l'attività lavorativa. Se un singolo task si prolunga eccessivamente senza pause e variazioni, il rendimento nel lavoro decade velocemente e con esso l'entusiasmo, generando una stanchezza che non basta l'ennesimo caffè a compensare.

La soglia di attenzione ottimale per un adulto può essere considerata di 45 minuti. Quindi un consiglio: nel programmare le attività quotidiane, cerchiamo di creare pacchetti da 45 minuti e costruttive pause. La pausa non è una perdita di tempo, anzi.

Quindi sì, il concetto di attention span è un prezioso strumento per ottimizzare l'apprendimento della lingua inglese da parte del bambino mantenendo allo stesso tempo nel bambino la voglia di continuare a imparare.

Provare per credere!



Buzzy English: L'inglese si impara d'estate!
Pubblicato il in Smart schooling, insegnare l'inglese ai bambini
L'inglese si impara d'estate!

L'inglese d'estate è più facile. Non è una frase ad effetto o una provocazione ma è un invito ad approfittare del lungo periodo estivo per continuare ad avvicinare il bambino alla lingua inglese. Vediamo insieme perché e perché proprio in estate. >>

Buzzy English: Didattica digitale, didattica a distanza, smart schooling. Finalmente un uso utile della tecnologia per la scuola
Pubblicato il in Smart schooling, insegnare l'inglese ai bambini
Didattica digitale, didattica a distanza, smart schooling. Finalmente un uso utile della tecnologia per la scuola

La tecnologia digitale è entrata nella didattica delle nostre scuole da tempo, tuttavia spesso con metodi e modi che lasciano dubbi sull'effettiva utilità. Oggi la tecnologia si rivela finalmente utile senza se e senza ma. >>

Buzzy English: Smart schooling, il modo nuovo di insegnare del ventunesimo secolo
Pubblicato il in Smart schooling, insegnare l'inglese ai bambini
Smart schooling, il modo nuovo di insegnare del ventunesimo secolo

Se ne parla sempre di più e a noi fa piacere. Sì, perché fino a ora tante persone erano perplesse mentre la contingenza degli avvenimenti sta mettendo in risalto i tanti pregi di questo nuovo approccio educativo. Scopriamo di più insieme! >>

Buzzy English: Traditional media, new media e social media: paradossi e criticità per l'apprendimento del bambino
Pubblicato il in Smart schooling, insegnare l'inglese ai bambini
Traditional media, new media e social media: paradossi e criticità per l'apprendimento del bambino

Da genitore mi preoccupo. Le informazioni sono ormai universalmente accessibili e potrebbe passare l'idea che il bambino sia aperto a una cultura illimitata e di facile comprensione. Non è proprio così, anzi. In questa tempesta di informazioni disponibili, poco o nulla si ferma nella memoria del bambino e quel poco in modo destrutturato. Vediamo anzi abbassarsi la soglia di attenzione e la capacità di comprensione. Non è tutto oro quello che lucciola. Vediamo di più. >>