Buzzy English: There you go, ed eccoti quello che volevi!
Pubblicato il in Si dice così
A cura di

There you go, ed eccoti quello che volevi!

Non c'è dubbio che l'inglese sia una lingua diretta e concisa che le ha permesso di conquistare il mondo come lingua universale laddove appunto non si parla lo stesso idioma.

L'inglese, una lingua ricca di modi di dire brevi, efficaci e immediati

Con una parola e il giusto tono, l'inglese riesce a trasmettere intenzione e volontà forse come nessuna altra lingua. In fondo è una lingua che nasce da tante contaminazioni e, tralasciando la macchinosa bellezza delle coniugazioni latine, si è sviluppata come nel tempo e continua ad evolversi per l'uso diffuso e worldwide.

Tantissimi sono i modi di dire e le perifrasi che assolvono a un compito esatto: trasmettere una certa volontà o significato.

In questa sezione "Si dice così" esploriamo a una a una alcune di questi modi di dire che spesso si compongono di due o tre brevi parole. Si pronunciano senza dover riprende re il fiato, accompagnati da un sorriso o un'occhiataccia e cambiano mood.

There you go, eccoti servito

Il modo di dire there you go, trasmette l'immedatezza di qualcosa che si sta ottenendo o si vuole ottenere, o abbiamo richiesto, o semplicemente è una conseguenza delle nostre azioni, voluta non voluta.

There you go.... here your coffee!, ecco, il tuo caffè!
You wanted to take a shortcut, and there you go! Now we are lost, volevi prendere una scorciatoia ed eccoci qui, persi!
There you go, late again, I told you to make that phone call later! Eccoci, di nuovo in ritardo! Ti avevo detto di rimandare quella telefonata!

L'espressione there you go, talvolta usata anche come There you arericorda un po' il francesismo voilà, "ecco qua".

Si usa anche al plurale, includendo se stessi, come there we go.

There we go... time is up, what's done is done, let's hope we'll get a good grade for our project, ecco fatto... non abbiamo più tempo, quel che è fatto è fatto, speriamo di prendere un buon voto per il nostro progetto.