Back to School PROMO >>
Ricomincia la scuola
con l'inglese!

 
Lezioni di inglese online
con insegnanti madrelingua

 
Chiedi una lezione di prova GRATUITA*
Buzzy English: L'inglese non è la lingua del futuro, è la lingua di adesso! Now!
Pubblicato il in Smart schooling, insegnare l'inglese ai bambini
A cura di

L'inglese non è la lingua del futuro, è la lingua di adesso! Now!

Proprio così, come recita il titolo, l'inglese non è la lingua del futuro, è la lingua di ADESSO! E mentre ci siamo traduciamolo in English is not the language of the future, it is the language of now!.

Quante volte abbiamo sentito dire, studia perché ti servirà in futuro. Ebbene, un approccio simile alla lingua inglese è sbagliato. Anche per i bambini? Sì, certo. nel mondo in cui viviamo il bambino ha bisogno fin da subito di conoscere bene l'inglese. Ad esempio con la rivoluzione della televisione in streaming via internet, il bambino può finalmente guardare i cartoni animati, i film e altre trasmissioni di intrattenimento in lingua inglese! Forse solo in questo caso possiamo dire che guardare la televisione per un bambino non è del tutto una perdita di tempo!

Già dalla scuola elementare i bambini si ritrovano a poter fare ricerche ed utilizzare portali di apprendimento su internet. Ed è quasi impossibile muoversi in internet senza avere una qualche padronanza della lingua inglese.

E la musica? Che meraviglia vedere un bambino cantare le parole in inglese di una canzone che gli piace invece di sentirne solo la melodia e magari cercare di canticchiare suoni senza senso.

Siete mai stati all'estero con il vostro bambino? Non vi dà sicurezza sapere che il vostro bambino è in grado di esprimersi in inglese, in una lingua universale, ovunque voi siate? Magari per comprare quella cartolina ricordo da solo! O, nel peggiore dei casi, per comunicare con qualcuno nel caso si sia perso.

Questo è un nuovo modo di vedere il ruolo della lingua inglese nella nostra vita. Non è più un plus per le future opportunità di lavoro, ma è un MUST per vivere pienamente la vita del ventunesimo secolo, senza più veri e propri limiti linguistici.

E non mi stancherò mai di dirlo. Se il bambino impara ADESSO la lingua straniera, la impara veramente come seconda lingua, da adulti è tutto più complicato e, quando ci troviamo nella necessità di imparare l'inglese, spesso rimane una lingua a metà soprattutto per quanto riguarda l'ascolto e la comprensione.

Allora cambiamo ottica. Insegniamo ai bambini la lingua inglese affinché gli sia utile da subito!



Buzzy English: L'inglese si impara d'estate!
Pubblicato il in Smart schooling, insegnare l'inglese ai bambini
L'inglese si impara d'estate!

L'inglese d'estate è più facile. Non è una frase ad effetto o una provocazione ma è un invito ad approfittare del lungo periodo estivo per continuare ad avvicinare il bambino alla lingua inglese. Vediamo insieme perché e perché proprio in estate. >>

Buzzy English: Didattica digitale, didattica a distanza, smart schooling. Finalmente un uso utile della tecnologia per la scuola
Pubblicato il in Smart schooling, insegnare l'inglese ai bambini
Didattica digitale, didattica a distanza, smart schooling. Finalmente un uso utile della tecnologia per la scuola

La tecnologia digitale è entrata nella didattica delle nostre scuole da tempo, tuttavia spesso con metodi e modi che lasciano dubbi sull'effettiva utilità. Oggi la tecnologia si rivela finalmente utile senza se e senza ma. >>

Buzzy English: Smart schooling, il modo nuovo di insegnare del ventunesimo secolo
Pubblicato il in Smart schooling, insegnare l'inglese ai bambini
Smart schooling, il modo nuovo di insegnare del ventunesimo secolo

Se ne parla sempre di più e a noi fa piacere. Sì, perché fino a ora tante persone erano perplesse mentre la contingenza degli avvenimenti sta mettendo in risalto i tanti pregi di questo nuovo approccio educativo. Scopriamo di più insieme! >>

Buzzy English: Traditional media, new media e social media: paradossi e criticità per l'apprendimento del bambino
Pubblicato il in Smart schooling, insegnare l'inglese ai bambini
Traditional media, new media e social media: paradossi e criticità per l'apprendimento del bambino

Da genitore mi preoccupo. Le informazioni sono ormai universalmente accessibili e potrebbe passare l'idea che il bambino sia aperto a una cultura illimitata e di facile comprensione. Non è proprio così, anzi. In questa tempesta di informazioni disponibili, poco o nulla si ferma nella memoria del bambino e quel poco in modo destrutturato. Vediamo anzi abbassarsi la soglia di attenzione e la capacità di comprensione. Non è tutto oro quello che lucciola. Vediamo di più. >>