Porta l'inglese
in vacanza con te
ovunque!

Lezioni di inglese online
con insegnanti madrelingua
Buzzy English: Parla come mangi! Breakfast, la colazione
Pubblicato il in L'inglese parlato
A cura di

Parla come mangi! Breakfast, la colazione

Si dice così, no? Parla come mangi, per dire di non usare termini e concetti troppo complicati in una conversazione, e su questo modo di dire si è basata con successo anche una campagna pubblicitaria di una nota azienda olearia toscana.

Prendo spunto per distinguere l'inglese formale da quello colloquiale, e dalla necessità in Italia di integrare la conoscenza della grammatica con la conversazione.

Iniziamo con questo articolo parlando della colazione. In Italia generalmente i bambini a colazione mangiano latte e biscotti, o magari fette biscottate con la marmellata o il miele. Allora vediamo cosa mangiano a colazione i popoli anglofoni, anzi, for breakfast!

Non solo latte e biscotti

Sandwich, il nostro panino, tra l'altro la parola sandwich è entrato anche nel nostro vocabolario come neologismo. Dentro il sandwich ci può stare di tutto, dai salumi affettati, in inglese chiamati cold cuts, a burro e marmellata, dove il burro può essere sostituito da peanut butter, una crema di arachidi, meglio conosciuta come burro di arachidi.

Toast with jam, un altro neologismo nel nostro vocabolario, il toast in inglese indica solo il pane tostato è non il panino completo fatto con pan carrè riscaldato. Questa fetta di pane si mangia with jam cioè con marmellata, oppure with butter, con burro e solitamente si usa per accompagnare qualcosa di più sostanziosa come le uova e bacon!

Fried eggs and bacon, uova fritte e pancetta, un vero pasto! Le uova fritte solitamente non sono salate proprio perché vengono accompagnate con il bacon che è una pancetta meno grassa rispetto a quello a cui siamo abituati in Italia.

Pancakes with butter, una cosa assolutamente da provare quando ci rechiamo in un paese anglosassone. I pancakes assomigliano a spesse crepe e sono spesso condite con burro oppure sciroppo d'acero, maple syrup proveniente dal Canada. Si accompagna bene a frutti di bosco come le fragole.

Hard boiled eggs e soft boiled eggs, uova sode e uova alla coque.

Waffles, una mattonella dolce accompagnare come una crepe.

Sausage, sì proprio le salsicce, generalmente salsicce "magre" che spesso sono servite con le uova strapazzate, così dette scrambled eggs.

Bene, quindi impariamo anche le usanze dei paesi che parlano inglese, per potersi meritare l'espressione, parli come mangi!

Buon appetito!



Buzzy English: Usiamo i 5 sensi (anzi 6) per insegnare l'inglese ai bambini
Pubblicato il in L'inglese parlato
Usiamo i 5 sensi (anzi 6) per insegnare l'inglese ai bambini

Abbiamo già detto che l'apprendimento non passa solo dalla lettura (vista) ma da tutti i cinque sensi, a cui aggiungeremo il sesto, l'intuito che, soprattutto nell'apprendimento della lingua inglese, è l'elemento che sblocca la comprensione e la capacità di parlare. Quello dei cinque sensi è un argomento affascinante di cui continueremo a parlare. Ora vediamo quali sono e come si dicono in inglese. >>

Buzzy English: Parla come mangi! Lunch, il pranzo
Pubblicato il in L'inglese parlato
Parla come mangi! Lunch, il pranzo

Mentre scrivo è quasi ora di pranzo, quindi quale migliore occasione di parlare proprio della parola lunch (pranzo) e dei piatti tipici della cultura inglese americana per questo nuovo appuntamento della serie parla come mangi. Scopriremo inoltre alcune frasi e perifrasi inglesi utili intorno alla parola lunch. >>

Buzzy English: Istruzioni per l'uso: inverno, winter essentials!
Pubblicato il in L'inglese parlato
Istruzioni per l'uso: inverno, winter essentials!

Arriva la primavera e prima di salutare l'inverno ripassiamo il minimo indispensabile di cui abbiamo avuto bisogno per attraversare l'inverno, tra maglioni, scarponi e cioccolata calda! E aggiungiamoci un tocco di poesia... >>

Buzzy English: 5 modi di rispondere alla domanda: Hi, how are you?
Pubblicato il in L'inglese parlato
5 modi di rispondere alla domanda: Hi, how are you?

Hi, how are you? Ciao, come stai? Ecco una domanda che in fondo non è del tutto una domanda ma un saluto cortese. La risposta è bene che sia veloce per far capire all'interlocutore più meno se va tutto bene o no. E ricordiamoci di restituire la cortesia ringraziando e facendo a nostra volta la stessa domanda. Fine, thank you, and you? Ma scopriamo altri modi di rispondere. >>