Porta l'inglese
in vacanza con te
ovunque!

Lezioni di inglese online
con insegnanti madrelingua
Buzzy English: Istruzioni per l'uso: inverno, winter essentials!
Pubblicato il in L'inglese parlato
A cura di

Istruzioni per l'uso: inverno, winter essentials!

Eccoci a marzo e ormai la primavera è alle porte. La rosa nel mio giardino ha iniziato a fare i nuovi getti e le giornate si stanno riscaldando. Citando Ode to the West Wind (Ode al vento di ponente), una bellissima poesia del poeta inglese Percy Bysshe Shelley, if Winter comes, can Spring be far behind?, se sopraggiunge l'inverno, può la primavera essere ancora lontana?

No, non lo è, la primavera è alle porte, ma prima di salutare la stagione fredda, ricapitoliamo gli accessori necessari per affrontare l'inverno. In inglese riusciamo a descrivere con una sola parola il concetto di "tutto quello che serve", gli accessori che sono necessari: essentials. Essentials indica proprio un insieme di cose di base necessarie per qualcosa, "il minimo indispensabile" forse potremmo dire.

La lingua inglese è diventata la lingua universale anche e soprattutto per questa capacità di esprimere in modo compiuto concetti utili che in altre lingue richiederebbero perifrasi più complesse. Questa è anche una difficoltà che incontriamo nell'imparare l'inglese. Infatti non basta avere acquisito un vocabolario sufficiente e tradurre in modo letterale le frasi dall'italiano all'inglese, ma bisogna acquisire anche la conoscenza di termini che non hanno una traduzione diretta e che esprimono in modo comprensivo un concetto complesso. E, come sempre, il bambino ha una maggiore capacità di apprendere queste espressioni dal momento che i bambini apprendono la lingua in modo spontaneo e senza passare dalla fase di traduzione mentale che tanto frena noi adulti. Nel caso del bilinguismo, quando i bambini sono esposti fin dalla nascita a due lingue, magari perché i genitori hanno origini diverse tra loro, oppure perché crescono all'estero, il bambino riconosce due diversi termini in due diverse lingue come identificatrici di quell'oggetto o quell'espressione senza dover correlare le due lingue come invece accade quando impariamo una lingua straniera da adulti. Il termine essentials ne è un esempio.

Ma torniamo alla nostra stagione invernale.

Boots, gli scarponi, per proteggerci dal freddo, dalla pioggia e magari anche dalla neve.

Scarf, la sciarpa, per proteggerci dal colpo d'aria, espressione tipica italiana e sconosciuta in altri paesi.

Mittens, i guanti senza dita, generalmente più spessi e più caldi dei guanti classici anche se meno maneggevoli.

Earmuffs, il copriorecchie.

Hot chocolate, la cioccolata calda, deliziosa!

Wool hat, il cappello di lana, indispensabile per le temperature molto basse.

Coat, il cappotto.

Hot water bottle, la borsa dell'acqua calda che usavano i nostri nonni per tenersi caldi d'inverno.

Sweater, il maglione.

Ora però siamo pronti a fare in cambio di stagione, riponiamo tutti con cura nell'armadio per il prossimo inverno e prepariamoci al clima mite della primavera.



Buzzy English: Usiamo i 5 sensi (anzi 6) per insegnare l'inglese ai bambini
Pubblicato il in L'inglese parlato
Usiamo i 5 sensi (anzi 6) per insegnare l'inglese ai bambini

Abbiamo già detto che l'apprendimento non passa solo dalla lettura (vista) ma da tutti i cinque sensi, a cui aggiungeremo il sesto, l'intuito che, soprattutto nell'apprendimento della lingua inglese, è l'elemento che sblocca la comprensione e la capacità di parlare. Quello dei cinque sensi è un argomento affascinante di cui continueremo a parlare. Ora vediamo quali sono e come si dicono in inglese. >>

Buzzy English: Parla come mangi! Lunch, il pranzo
Pubblicato il in L'inglese parlato
Parla come mangi! Lunch, il pranzo

Mentre scrivo è quasi ora di pranzo, quindi quale migliore occasione di parlare proprio della parola lunch (pranzo) e dei piatti tipici della cultura inglese americana per questo nuovo appuntamento della serie parla come mangi. Scopriremo inoltre alcune frasi e perifrasi inglesi utili intorno alla parola lunch. >>

Buzzy English: Parla come mangi! Breakfast, la colazione
Pubblicato il in L'inglese parlato
Parla come mangi! Breakfast, la colazione

Si dice così, no? Parla come mangi, per dire di non usare termini e concetti troppo complicati in una conversazione. Iniziamo dalla colazione e impariamo a conoscere cosa mangiano nei paesi anglosassoni. >>

Buzzy English: 5 modi di rispondere alla domanda: Hi, how are you?
Pubblicato il in L'inglese parlato
5 modi di rispondere alla domanda: Hi, how are you?

Hi, how are you? Ciao, come stai? Ecco una domanda che in fondo non è del tutto una domanda ma un saluto cortese. La risposta è bene che sia veloce per far capire all'interlocutore più meno se va tutto bene o no. E ricordiamoci di restituire la cortesia ringraziando e facendo a nostra volta la stessa domanda. Fine, thank you, and you? Ma scopriamo altri modi di rispondere. >>