Porta l'inglese
in vacanza con te
ovunque!

Lezioni di inglese online
con insegnanti madrelingua
Buzzy English: Thought-provoking, che fa riflettere
Pubblicato il in Si dice così
A cura di

Thought-provoking, che fa riflettere

On second thought indicava un "ripensamento". Oggi rimaniamo sul sostantivo thought, pensiero, per un altro modo di dire, questa volta con una sfumatura intellettuale.

Quando è che si usa l'espressione thought-provoking? Quando affrontiamo un argomento che ci fa pensare. Può essere thought-provoking ad esempio una canzone, una citazione, un'opera d'arte, una domanda.

L'aggettivo thought-provoking deriva da zem>thought, "pensiero", e provoking, "che provoca", quindi letteralmente l'aggettivo significa "che provoca il pensiero". Appunto, qualcosa che fa riflettere, che stimola a pensare, a rimettere in discussione quello che già sappiamo.

Qualche esempio.

You should see that movie, it's really thought.provoking, dovresti guardare quel film, fa riflettere.
The history lesson today was very thought-provoking, la lezione di storia di oggi è stata molto stimolante.



Buzzy English: So far so good, e per ora va tutto bene!
Pubblicato il in Si dice così
So far so good, e per ora va tutto bene!

L'inglese è un lingua molto immediata. In inglese siamo capaci di esprimere un concetto con poche, brevi parola. Come in questo caso, so far so good è una risposta veloce e informale. Scopriamo di più. >>

Buzzy English: Inside out, tutto sottosopra
Pubblicato il in Si dice così
Inside out, tutto sottosopra

Non è solo un cartone animato Disney ma una espressione linguistica per dire che qualcosa è sottosopra, anche in senso figurato. Si compone di due avverbi dai molti significati, inside e out. >>

Buzzy English: On second thought, a ripensarci bene
Pubblicato il in Si dice così
On second thought, a ripensarci bene

Qualche volta cambiamo idea e il modo di dirlo è on second thought, a ripensarci bene. Una formula linguistica veloce ed efficace che presume non tanto un ripensamento ma una nuova valutazione. >>

Buzzy English: Come si chiamano le note musicali in inglese
Pubblicato il in Si dice così
Come si chiamano le note musicali in inglese

Chi è appassionato di musica sa che mentre da noi la scala di note è il classico Do Re Mi Fa Sol La Si, negli spartiti anglosassoni si ritrovano come le lettere dell'alfabeto A B C D E F G. Vediamo meglio perché. >>