Ricomincia la scuola
con l'inglese!

 
Lezioni di inglese online
con insegnanti madrelingua

 
Chiedi una lezione di prova GRATUITA*
Buzzy English: Vacanze che passione... e l'inglese?
Pubblicato il in Smart schooling, insegnare l'inglese ai bambini
A cura di

Vacanze che passione... e l'inglese?

Sì, sono arrivate le vacanze! L'anno scolastico è finito e la temperatura da queste parti segna 24 gradi. Le piogge di maggio sono già un ricordo, l'estate è già qui.

Matematica, italiano, geografia, scienze naturali... okay, una bella pausa ci sta tutta.
E l'inglese?

L'inglese è un modo di comunicare nel mondo di oggi

Non mi stancherò mai di dirlo a insegnanti, genitori, dirigenti scolastici e studenti, l'inglese non è una materia di studio, è una lingua parlata! Quindi?

Quindi l'inglese andrebbe affrontato come abitudine, come aspetto della vita, e non come esercizi su un libro. L'inglese è ben più di un insieme di nozioni, la lingua inglese è un modo di comunicare nel mondo di oggi.

Buzzy English continua sempre

Buzzy English non inizia e non finisce con l'anno scolastico ma continua. Anzi, forse proprio in estate è il momento migliore per dedicarvi più tempo. Non c'è bisogno di uscire, non ci sono aule afose, c'è il tuo computer e 25 minuti in cui il bambino impara giocando, si abitua al suono della lingua e, fuori dagli schemi tradizionali della lezione scolastica, impara, impara veramente l'inglese.

In estate abbiamo più tempo. Non si sono problemi di distanze, basta avere un computer o un tablet e una connessione a internet, va bene anche il cellulare in hotspot.

Il mio consiglio quindi è di non fare l'errore di interrompere l'insegnamento dell'inglese in estate, anzi il periodo estivo è l'occasione per dedicarsi con più tranquillità alle lezioni di inglese.

Le lezioni di inglese online, ovunque, quando vuoi, senza perdita di tempo

I vantaggi delle lezioni online con Buzzy English sono tanti. Innanzitutto le puoi fare ovunque sei, a casa, in vacanza, in Italia o all'estero.
Poi le puoi fare quando vuoi, senza un giorno fisso o un orario ricorrente, decidi di volta in volta a seconda delle tue esigenze.
E soprattutto non ci sono spostamenti, nonni da impegnare per accompagnare qua o là il bambino. Il tempo dedicato alla lezione online, quei 25 minuti di cui abbiamo parlato dell'articolo Soglia di attenzione del bambino e prospettiva didattica sono tutti dedicati all'apprendimento. Senza fatica.

Il mio consiglio quindi, portate l'inglese in vacanza con buzzy English!

Buone vacanze!
Enjoy your summer vacation!



Buzzy English: L'inglese si impara d'estate!
Pubblicato il in Smart schooling, insegnare l'inglese ai bambini
L'inglese si impara d'estate!

L'inglese d'estate è più facile. Non è una frase ad effetto o una provocazione ma è un invito ad approfittare del lungo periodo estivo per continuare ad avvicinare il bambino alla lingua inglese. Vediamo insieme perché e perché proprio in estate. >>

Buzzy English: Didattica digitale, didattica a distanza, smart schooling. Finalmente un uso utile della tecnologia per la scuola
Pubblicato il in Smart schooling, insegnare l'inglese ai bambini
Didattica digitale, didattica a distanza, smart schooling. Finalmente un uso utile della tecnologia per la scuola

La tecnologia digitale è entrata nella didattica delle nostre scuole da tempo, tuttavia spesso con metodi e modi che lasciano dubbi sull'effettiva utilità. Oggi la tecnologia si rivela finalmente utile senza se e senza ma. >>

Buzzy English: Smart schooling, il modo nuovo di insegnare del ventunesimo secolo
Pubblicato il in Smart schooling, insegnare l'inglese ai bambini
Smart schooling, il modo nuovo di insegnare del ventunesimo secolo

Se ne parla sempre di più e a noi fa piacere. Sì, perché fino a ora tante persone erano perplesse mentre la contingenza degli avvenimenti sta mettendo in risalto i tanti pregi di questo nuovo approccio educativo. Scopriamo di più insieme! >>

Buzzy English: Traditional media, new media e social media: paradossi e criticità per l'apprendimento del bambino
Pubblicato il in Smart schooling, insegnare l'inglese ai bambini
Traditional media, new media e social media: paradossi e criticità per l'apprendimento del bambino

Da genitore mi preoccupo. Le informazioni sono ormai universalmente accessibili e potrebbe passare l'idea che il bambino sia aperto a una cultura illimitata e di facile comprensione. Non è proprio così, anzi. In questa tempesta di informazioni disponibili, poco o nulla si ferma nella memoria del bambino e quel poco in modo destrutturato. Vediamo anzi abbassarsi la soglia di attenzione e la capacità di comprensione. Non è tutto oro quello che lucciola. Vediamo di più. >>