Pubblicato il in Espressioni idiomatiche e modi di dire
di

Due sbagli non fanno una cosa giusta...

Inauguriamo una nuova serie dedicata alle espressioni idiomatiche inglesi, brevi frasi che nell'uso hanno un significato che eccede quello letterale. Insomma, gli idiomi sono modi di dire.
L'inglese ne č ricco, molte forme sono simili se non perfettamente corrispondenti all'italiano, pensiamo al classico "meglio tardi che mai" che in inglese si dice better late than never, tradotto parola per parola.

Two wrongs won't make it right

L'idioma con cui apriamo questa nuova sezione č two wrongs don't make it right, oppure anche al futuro two wrongs won't make it right. Significa che la "somma" algebrica di due azioni o atteggiamenti sbagliati, due torni, non restituirā un risultato positivo. Si riferisce al fatto che se una persona ti fa un torto, restituirgli il torto non produrrā nessun esito positivo o costruttivo.

Anche in una canzone degli U2

Questo idioma č usato nel testo di una canzone del gruppo musicale U2, Like a song, dove appunto si recita angry words won't stop the fight, two wrongs won't make it right, a new heart is what I need
, "non saranno parole di rabbia a mettere fine al litigio, due torti non fanno una cosa giusta, quello di cui ho bisogno č un nuovo atteggiamento (un nuovo cuore)".
La canzone nasce all'epoca dei conflitti tra comunitā cattolica e protestante in Irlanda, in cui, appunto, le due fazioni a violenza rispondevano violenza reciprocamente dando vita a una vera e propria guerra civile religiosa a stampo terroristico che si trascinerā per decenni.

Ed ecco la canzone.

Like a song

Like a song I have to sing
I sing it for you
Like the words I have to bring
I bring it for you

And in leather, lace and chains we stake our claim
Revolution once again
No I won't, I won't wear it on my sleeve
I can see through this expression and you know I don't believe
Too old to be told, exactly who are you?
Tonight, tomorrow's too late

And we love to wear a badge, a uniform
And we love to fly a flag
But I won't let others live in hell
As we divide against each other
And we fight amongst ourselves
Too set in our ways to try to rearrange
Too right to be wrong, in this rebel song
Let the bells ring out
Let the bells ring out
Is there nothing left?
Is there, is there nothing?
Is there nothing left?
Is honesty what you want?

A generation without name, ripped and torn
Nothing to lose, nothing to gain
Nothing at all
And if you can't help yourself
Well take a look around you
When others need your time
You say it's time to go... it's your time
Angry words won't stop the fight
Two wrongs won't make it right
A new heart is what I need
Oh, God make it bleed
Is there nothing left?


Buzzy English č un centro preparatore Cambridge English Qualifications



Altri articoli dalla sezione Espressioni idiomatiche e modi di dire

5 modi di rispondere alla domanda: Hi, how are you?
Pubblicato il in Espressioni idiomatiche e modi di dire
di Buzzy English
5 modi di rispondere alla domanda: Hi, how are you?

Hi, how are you? Ciao, come stai? Ecco una domanda che in fondo non č del tutto una domanda ma un saluto cortese >>

Be on time! Cerca di essere sempre puntale!
Pubblicato il in Espressioni idiomatiche e modi di dire
di Valerie Tanner
Be on time! Cerca di essere sempre puntale!

Ogni cultura ha le sue caratteristiche e nel mondo anglosassone la puntualitā č un atto di educazione. Ed in inglese si dice to be on time. >>

Sembra sbagliato ma non lo č! Si dice I look forward to seeing you
Pubblicato il in Espressioni idiomatiche e modi di dire
di Buzzy English
Sembra sbagliato ma non lo č! Si dice I look forward to seeing you

To seeing? Una -ing form dopo il to? Come vedremo in questo articolo, quel to non č in funzione del verbo ma č una preposizione che indica una direzione >>

Best of both worlds... solo il meglio
Pubblicato il in Espressioni idiomatiche e modi di dire
di
Best of both worlds... solo il meglio

Le differenze sono una risorsa, basta prendere il meglio dei mondi diversi tra i quali ci troviamo. Il meglio di entrambi i mondi, appunto >>