Pubblicato il in Smart schooling
di

Sindrome del tunnel cubitale e sindrome del canale di Guyon

Sono 25 anni che lavoro al computer e molti di più anni che uso il computer. Per noi grafici, la sindrome del tunnel carpale è un nemico dichiarato e facciamo di tutto per evitarlo. Mouse ergonomici, tappetino con sostegno al polso.

Poi capita che proprio per salvare il polso della mano principale, assumiamo magari una postura che sacrifica il gomito dell'altro braccio. Come è accaduto a me. Sì, perché avevo ruotato la postazione di lavoro in modo da avere il braccio destro disteso ed evitare stress al polso della mano che comanda il mouse, riducendo così lo spazio all'altro braccio che ho iniziato a tenere flesso e ancorato sulla scrivani. E non solo, in questa posizione mettevo sotto stress anche il polso della mano sinistra che, con il gomito flesso, doveva poi flettersi a sua volta per raggiungere la tastiera.

Insomma, è così che ho causato la sindrome del tunnel cubitale che interessa il nervo ulnare. In inglese il nervo ulnare si dice ulnar nerve e la sindrome del tunnel cubitale si dice cubital tunnel syndrome

Il nervo ulnare

Il nervo ulnare è un nervo che dalle vertebre dietro la testa percorrono tutto il braccio fino ad arrivare alla mano e comandare i riflessi del dito mignolo (in inglese si dice pinky finger oppure little finger) e di metà del dito anulare (in inglese ring finger), oltre a innervare la muscolatura adiacente.
Nel suo percorso passa attraverso dei canali ossei, sia al gomito sia al polso.

Percorso sul braccio del nervo ulnare e innervazione al livello delle dita
Percorso sul braccio del nervo ulnare e innervazione al livello delle dita -

Compressione del nervo ulnare all'altezza dei tunnel

Quando premiamo il gomito contro una superficie dura, se questa pressione del nervo teso per la flessione si prolunga per molto tempo,il nervo viene schiacciato, si infiamma, e ingrossandosi rimane intrappolato nel tunnel portando a una perdita di sensibilità alle dita (mignolo e parte prossimale al mignolo dell'anulare) e nel caso più grave a una lesione. E le lesioni dei nervi non sono come lesioni muscolari o tendinee perché i nervi hanno una capacità limitata di rigenerarsi a differenza delle strutture muscolari.

Ad esempio può accadere tenendo inavvertitamente premuto il gomito flesso sulla scrivania mentre studiamo sui libri per lunghe ore. Oppure mentre scriviamo al computer. Oppure mentre guidiamo sul bracciolo dell'auto o sul bordo del finestrino aperto.
Più raramente può accadere anche in caso di continue flessioni ed estensioni del gomito senza pressione.

Questa sindrome si chiama appunto sindrome del canale cubitale e riguarda una sofferenza del nervo al livello del gomito.

Sindrome del canale di Guyon

Il nervo ulnare passa anche attraverso un altro canale, al livello del polso: il canale di Guyon (in inglese si dice Guyon channele la relativa sindrome Guyon channel syndrome). In questo caso una eventuale compressione avviene avviene al livello del polso, casistica meno comune. A livello del polso è molto più comune la sindrome del tunnel carpale che interessa il nervo mediano e non il nervo ulnare.

I sintomi e la diagnosi

La diagnosi strumentale si fa con una elettromiografia (EMG) del braccio. Si misurano così i tempi di latenza della stimolazione del nervo. In parole semplici, si dà una scossa elettrica al nervo ulnare in diversi punti chiave e si misura l tempo in cui l'impulso viene trasmesso dal nervo e arriva a destinazione (la mano, dove vengono messi dei sensori). Laddove c'è un ritardo (latenza) maggiore alla norma, si presume che in quel punto il nervo è sofferente.

Ma la sintomatologia è così specifica che spesso l'elettromiografia è più che altro confermativa. Infatti il nervo ulnare ha una caratteristica distintiva: comanda solo la parte sterna del dito anulare. I sintomi sono infatti l'intorpedimento del mignolo e di metà (longitudinalmente parlando) del dito anulare, formicolio e, se toccati, la sensazione chiara di ridotta sensibilità. Toccando la parte interna del dito anulare si ha piena sensibilità, toccando la parte interna, ahimè, si ha ridotta e fastidiosa perdita di sensibilità. In questo caso rimangono pochi dubbi, si tratta del nervo ulnare.

Postura corretta

Cosa fare? Semplice, evitare una compressione del gomito contro una superficie dura a gomito flesso. E in generale evitare di tenere il gomito flesso a lungo.

Ad esempio, ora mentre scrivo, tengo un tutore che mi obbliga a tenere il braccio disteso (senza comunque bloccarlo) e tendo il gomito appoggiato a un cuscino. Basta questo e ci salviamo da questa antipatica sindrome.

Scrivo questo articolo perché, io che lavoro al computer continuativamente, avrei voluto saperlo prima, mentre ora devo fare i conti con una vera e propria patologia dal decorso certamente molto lungo (oltre i sei mesi) e purtroppo anche incerto.

Non solo computer ma anche postura al cellulare

Oggi c'è un problema importante di cui si parla troppo poco. La postura nelle lunghe ore che usiamo il cellulare mettono in tensione tutti i tessuti che dal collo (spesso piegato per guardare lo schermo) arrivano alle mani (sempre in tensione nell'atto di tenere il cellulare e digitare sulla tastiera virtuale).

Qui la soluzione è solo una. Usiamo il cellulare solo quando necessario e non per noia. A meno che non vogliamo tenere braccia tese e cellulare ad altezza del viso, l'unica postura che non metterebbe in crisi spina dorsale, braccia, polso e mani.


Buzzy English è un centro preparatore Cambridge English Qualifications