The tables have turned è un idioma inglese per dire che i ruoli si sono ribaltati
The tables have turned è un idioma inglese per dire che i ruoli si sono ribaltati
Pubblicato il in Espressioni idiomatiche e modi di dire
di

The tables have turned, i ruoli si sono invertiti

L'idea viene proprio dai giochi da tavolo (in inglese board games).

Immaginate di giocare intorno a un tavolo. State perdendo ma, se ipoteticamente girate il tavolo (to turn, "girare"), allora avreste le carte o le pedine del vostro avversario e ribaltereste le sorti della partita.

Qualche esempio come sempre:

Well, things have changed, the tables seems to have turned..., bè... le cose sono cambiate, la fortuna ha iniziato a girare diversamente.
The second half of the game was a whole other story, the tables had turned and we won!, il secondo tempo della partita è stata tutta un'altra storia, i ruoli si erano invertiti e abbiamo vinto!
Honestly I could never imagine you would be able to turn the tables like that and get the best of it, in tutta onestà, non avrei mai immaginato che saresti riuscito a ribaltare la situazione e avere la meglio.

The tables have turned, turning the tables

Esistono varianti di questo stesso idioma.

Ad esempio turning tables, come il titolo di una celebre canzone dell'artista Adele di cui riportiamo qui di seguito il video e il testo (il testo di una canzone in inglese ha un vocabolo specifico, lyrics).

Turning tables

Close enough to start a war
All that I have is on the floor
God only knows what we're fighting for
All that I say, you always say more

I can't keep up with your turning tables
Under your thumb I can't breathe

So, I won't let you close enough to hurt me
No, I won't rescue you to just desert me
I can't give you the heart you think you gave me
It's time to say goodbye to turning tables
To turning tables

Under haunted skies I see you (ooh)
Where love is lost your ghost is found
I braved a hundred storms to leave you
As hard as you try, no, I will never be knocked down, whoa

I can't keep up with your turning tables
Under your thumb I can't breathe

So, I won't let you close enough to hurt me,
No, I won't rescue you to just desert me
I can't give you the heart you think you gave me
It's time to say goodbye to turning tables
Turning tables

Next time I'll be braver
I'll be my own savior
When the thunder calls for me
Next time I'll be braver
I'll be my own savior
Standing on my own two feet

I won't let you close enough to hurt me,
No, I won't rescue you to just desert me
I can't give you the heart you think you gave me
It's time to say goodbye to turning tables
To turning tables
Turning tables, yeah
Turning, oh


Buzzy English è un centro preparatore Cambridge English Qualifications


Altri articoli dalla sezione Espressioni idiomatiche e modi di dire

Same old, same old... la solita solfa
Pubblicato il in Espressioni idiomatiche e modi di dire
di
Same old, same old... la solita solfa

Il modo di dire "same old" è una abbreviazione che significa "le solite cose", "la solita storia", "la solita solfa" o "il solito tran-tran". >>

Call it a day: fare festa, finire per oggi
Pubblicato il in Espressioni idiomatiche e modi di dire
di Gloria Patricia Taylor
Call it a day: fare festa, finire per oggi

"Call it a day" significa finire con quello che si sta facendo e riprendere semmai un altro giorno. Si potrebbe tradurlo con l'espressione "fare festa". >>

You won't be sorry, non te ne pentirai!
Pubblicato il in Espressioni idiomatiche e modi di dire
di
You won't be sorry, non te ne pentirai!

You won't be sorry, che può essere tradotta in italiano come "non te ne pentirai, è un'espressione colloquiale diretta, carina e motivante. >>

Heyday, il periodo di massimo splendore
Pubblicato il in Espressioni idiomatiche e modi di dire
di
Heyday, il periodo di massimo splendore

Momento di gloria passata o di massimo splendore, i tempi d'oro. Espressione che unisce l'escalazione hey (richiamo all'attenzione) e la parola day >>